02 ottobre 2014

WHITESNAKE’s LIVE IN 84 - BACK TO THE BONE - CD & DVD con materiale raro e classici.


Una grande strenna da Whitesnake, per celebrare i 30 anni del pluripremiato Slide it In .
Frontiers Music pubblicherà uno spettacolare CD/DVD con materiale classico dell'epoca e rarità in prima edizione assoluta.
Con una delle formazioni piu importanti e azzeccate nella lunga storia della band di David Coverdale, e nel periodo piu intenso e creativo, un tuffo nell'epoca d'oro dell' Hard Rock/Blues.
Imperdibile !


FRONTIERS MUSIC Srl Set To Release
WHITESNAKE’s LIVE IN 84 - BACK TO THE BONE,
New DVD/CD With Classic And Rare
Performances Available For The First Time.
WHITESNAKE fans worldwide now have something to be excited about! To celebrate the 30th Anniversary of WHITESNAKE’s multi-platinum ‘Slide It In’ album, Frontiers Music Srl, the Italian-based label, will release “Live In ‘84 - Back To The Bone”, a complete celebration of the group’s awe inspiring lineup during what many feel was the incredible beginning of what Coverdale called his desire to make Whitesnake more ‘electrifying’ on record & on stage.
Set for release in the EU on November 7th and in North America on November 11th, this release will be available in DVD and a Deluxe CD/DVD edition.
Culled from audio and video recordings & unheard demos from the private collection of WHITESNAKE leader and vocalist, David Coverdale, the release offers an ultra-rare collection of material, performed by the band’s acclaimed 83-84 line-ups. Featured on the record & driven by the awesome Cozy Powell on drums (ex- Jeff Beck Group, Rainbow, MSG and later on Gary Moore and Black Sabbath, among others); Unique guitarist John Sykes, whom Coverdale credits with inspiring a whole generation of six stringers after his breathtaking work on the WHITESNAKE ’87’ album & Bassist Exceptionale Neil Murray. 
There is also an extraordinary emotional bonus content featuring legendary keyboardist Jon Lord performing his last show ever with WHITESNAKE on video & also the bonus CD.
“It’s still hard for me to find the words when remembering that half the incredible band who originally recorded the ‘Slide It In’ album with me have passed away,” says Coverdale. “It’s incredibly difficult to articulate: Cozy Powell...Mel Galley...Jon Lord…All amazing people and amazing musicians. Their memories live on in our hearts & in the music they made. I miss them beyond words… Wait until you see & hear them playing as only they can and add in the fiery guitar assault of the incredibly gifted John Sykes, plus the relentless melodic bass pounding of Neil Murray.”
Coverdale and co-producer Michael McIntyre launched a worldwide search for the best quality video footage and audio tracks from the 1984 tour. Among the gems found was a set from: ‘Super-Rock’, recorded at the first Japanese rock festival at Seibu Stadium in Tokyo and an invaluable video of Jon Lord’s final appearance with WHITESNAKE recorded live in Sweden. “All of the features on this package have been treated lovingly & respectfully, with no expense spared, utilizing technology to improve sound & picture quality,” says Coverdale, who personally oversaw all elements of this release.
Concludes Coverdale, “These are memories I treasure and delight in sharing with you as we continue our celebration of the 30th Anniversary of WHITESNAKE’s ‘Slide It In.”

20 settembre 2014

Gregg Allman To Receive Living Legend Award .




Gregg Allman, co-founding member of The Allman Brothers Band, will receive Classic Rock's Living Legend Award from U.K.'s Classic Rock magazine at a ceremony in Hollywood on November 4.
Allman will join an illustrious list of past recipients that includes Jimmy Page, Black Sabbath, Alice Cooper and Jeff Beck. “I am so very honored to be receiving this award from Classic Rock," Allman told the magazine's website. "The magazine is one of my favorites and they are always so generous to me and the Brothers."
"Where can you start with Gregg Allman?", added Classic Rock editor Siân Llewellyn. "The rock'n'roll world would be a very different (and far lesser) place without him. As a founding member and guiding light of the Allman Brothers Band and a hugely influential solo artist, Gregg has touched the lives of rock fans all over the globe for over four decades. I'm thrilled that we can call him Classic Rock Magazine's Living Legend 2014."
This year's Classic Rock Roll Of Honour ceremony is the first to take place in the U.S. Sammy Hagar will host the event, which will be held at The Avalon in Hollywood on November 4.




16 settembre 2014

Black Creek Band " Live from Gainesville "...una band fantastica e un live praticamente sconosciuto.


Questo è un post che avevo già scritto tempo fa, ma lo ripubblico riveduto e corretto dopo avere recuperato maggiori informazioni e nuove immagini grazie alla recente corrispondenza con una persona che ha avuto a che fare più o meno direttamente con questo progetto e con alcuni dei protagonisti, e che ha reso disponibile agli utenti di All Southern Rock la propria preziosa copia.

Questo è uno dei dischi più belli che io abbia mai ascoltato, sto parlando di " Live from Gainesville " dei Black Creek Band, band di Gainesville ( Florida ) nata nella prima metà degli anni '90 per mano di Cameron Williams ( chitarra e voce ) e Richard Proctor ( batteria ), Ryan Newell ( chitarra e voce ), Jason McDaniel ( basso ) e Randy Goodgame ( Hammond e piano ) e che nella sua breve esistenza ha inciso solamente un demo contenente quattro pezzi disponibile solo su cassetta , tre dei quali li troviamo qui in versione live, e appunto questo bellissimo live.

002

BCB Demo

Nella loro breve carriera hanno suonato in diversi Stati del Sud creandosi un seguito notevole ma al tempo stesso limitato alle zone in cui si esibivano affiancando gruppi anche di notevole levatura come i Dereck Trucks Band , ma il loro unico lavoro ufficiale rimane questo " Live from Gainesville " registrato il 25 aprile 1995 e stampato in poche migliaia, forse centinaia, di copie e che è diventato velocemente uno degli album più richiesti nel database di All Southern Rock, la stupenda radio online di cui vi ho già parlato tempo fa e che purtroppo a quanto mi risulta ha chiuso il proprio canale.


Già il demo, pur nel suo piccolo, ci ha fatto capire le grandi capacità tecniche e compositive della band, ma in questo live il tutto viene amplificato e ne fa un piccolo gioiello, un live di gran classe, esplosivo ed entusiasmante contenente nove pezzi stupendi, lunghi e articolati con splendidi assoli di chitarra e tastiere, improvvisazioni, cambi di tempo e ritmo con un chiaro riferimento a gruppi come Allman Brothers Band, Widespread Panic e in parte Marshall Tucker Band, ma con uno stile musicale e compositivo molto personale a cavallo tra Southern Rock , Soul e Blues.

Black Creek Band - Live from Gainesville  - Back -

BCB Credits

Williams e Proctor suonano ormai da qualche tempo nei Tishamingo proseguendo in qualche modo il discorso musicale intrapreso coi BCB ma a mio parere senza quella magica alchimia, mentre gli altri membri  hanno intrapreso stranamente percorsi musicale molto diversi.  Davvero un peccato che un progetto così interessante si sia fermato così presto, praticamente senza mai sbocciare.






07 settembre 2014

Outsider n. 16 ( settembre 2014 ). La lunga saga di The Allman Brothers Band.


Il  panorama editoriale italiano in campo musicale, da qualche tempo ( precisamente dal giugno 2013 ) si è arricchito di una preziosa risorsa per chi è alla ricerca di qualcosa di simile alle care vecchie riviste musicali veramente interessanti, competenti e non modaiole.

Outsider è una rivista veramente bella e interessante da leggere e guardare con un taglio quasi saggistico, e raccoglie quasi per intero il meglio del materiale internazionale di qualità dedicato ai musicisti piu interessanti e storici della storia del Rock.

Il nuovo numero appena uscito nelle edicole è in gran parte dedicato alla leggendaria Allman Brothers Band con quasi 50 pagine di speciale, interviste, aneddoti e tutto quanto ha ruotato intorno alla mitica band dei fratelli Allman.
Uno speciale che da solo vale l'acquisto.

Ma tutta la rivista e i numeri gia usciti meritano attenzione e supporto, cercatela e richiedetela nelle edicole, oppure abbonatevi tramite il sito dedicato.

Un progetto editoriale davvero ambizioso e impegnativo, disponibile in cartaceo e PDF,  che merita tutta l'attenzione dei veri appassionati di buona musica.


La nuova rivista musicale di Max StefaniPrimo numero giugno 2013
Max Stefani è fondatore e direttore della rivista IL MUCCHIO SELVAGGIO dal 1977 al 2011. Ha cominciato a scrivere di musica all'inizio degli anni 70 per la rivista di hi-fi SUONO, con quale ha ripreso la sua collaborazione nell'aprile 2012 per terminarla un anno dopo. Come editore ho creato RUMORE, CHITARRE, la rivista di cinema DUEL/DUELLANTI, il sito ROCKOL. Ha diretto nel 1976 i primi numeri di POPSTER/ROCKSTAR, ho scritto per L'EUROPEO, LA REPUBBLICA, le riviste francesi STARFIX e LESINROCK. OUTSIDER è nato nel giugno 2013.
OUTSIDER è un mensile divertente ma colto, bello da vedersi e da leggersi, dove la musica è ancora una ragione di vita.
I giornali in edicola non mancano, quello che non c'è (più) è una rivista di contro-cultura, ben scritta, con belle foto, carta di classe, con articoli lunghi, che di ‘short talks’ è pieno il web, che permetta ai lettori di ri-innamorarsi della musica, che le invogli ad un ascolto lento ed attento di un disco in anni così congestionati da migliaia di esperienze mordi e fuggi; storie di musica (e ce ne sono da raccontare!) esposte con passione. Chi prende ancora in mano una rivista oggi ha voglia di leggere, bene, di cose che gli piacciono, isolarsi e sognare. Siamo qui per questo. 
Quasi il 90% del materiale è tradotto dalle più importanti riviste estere. Il resto è fatto in casa da Stèfani e Trombetti con l’aiuto di pochi collaboratori. Buona parte del giornale guarda con passione e nostalgia al passato, riprendendo vecchie interviste ed articoli degli anni passati con ulteriori approfondimenti. Ovviamente c’è anche uno sguardo al presente, ma con una selezione molto dura.
In 34 anni di direzione del Mucchio mi sono passate davanti almeno un milione di persone. C'è chi è rimasto lettore per anni e chi l'ha letto magari solo per qualche anno, ma per tutti è stato un compagno di viaggio. Spero che questa esperienza si ripeta anche con OUTSIDER.
( da Outsider ) 



30 agosto 2014

Paul Rodgers - The Royal Sessions ( cd - 2014 ). Imperdibile. Classic Masterpiece of Memphis !


Paul Rodgers, una delle voci piu belle nella storia del rock/blues, leader di band storiche come Free e Bad Company e protagonista di una brillante carriera solista, con questo stupendo The Royal Sessions rende omaggio al Blues, Soul e R&B del cosiddetto Memphis Sound,  un album registrato proprio ai leggendari Memphis Royal Studios accompagnato da strepitosi musicisti.

Imperdibile ! 


Amazon Exclusive Includes 3 Bonus Tracks - Shake, Walk In My Shadow and Wonderful World. Paul Rodgers, longtime singer, songwriter and multi-instrumentalist with Bad Company, has partnered with 429 Records and is gearing up for the release of The Royal Sessions a lovingly crafted collection of classic R&B and soul songs re-imagined by the iconic rock singer recorded at Memphis Royal Studios, historic home of Willie Mitchell and Hi Records, with many of the musicians who played on the original tracks. Truly a lifetime in the making, Rodgers has come full circle with The Royal Sessions as he pays homage to the legendary hits he collected on 45s released on Stax/Volt, Goldwax and Hi Records recordings by Otis Redding, Albert King and Ann Peebles which made such an indelible impression on the young Rodgers inspiring him to pursue a career as a singer. Produced by Perry Margouleff, The Royal Sessions is an extraordinary recording which captures the music in its pure form live band and vocal takes as performed together at Royal Studios by Rodgers and an all-star roster of legendary musicians. The band is a dream lineup of those who played on the original hits dating back to the 60s. The classic rhythm section includes Reverend Charles Hodges (Hammond B3), Michael Tolls (guitar), LeRoy Hodges Jr. (bass), Hubby Archie Turner (Wurlitzer), Steve Potts and James Robertson Sr. (drums), The Royal Horns and the Royal Singers.
 ( from Amazon ) 






27 agosto 2014

Ricordando Stevie Ray Vaughan. ( 3/10/1954 - 27/08/1990 )

SRV

La notte del 27 agosto 1990, all' Alpine Valley Music Theater (  Wisconsin ) si svolge un fantastico concerto con protagonisti nomi straordinari del Blues come  Eric Clapton, Robert Cray, Buddy Guy, Stevie Ray Vaughan e il fratello Jimmie.

Al termine di questa memorabile serata Stevie sale sull'elicottero che lo avrebbe dovuto portare in albergo, ma poco dopo il decollo il velivolo si schianta contro una collina a causa della fitta nebbia , e le tre persone a bordo, un collaboratore di Eric Clapton, il pilota, e Stevie Ray Vaughan, muoiono nell'incidente.

Con questa terribile tragedia si conclude la breve, fulminante e già straordinaria carriera musicale di uno dei più grandi chitarristi e musicisti che il Blues ricordi.

Nato a Dallas il 3 ottobre 1954 inizia ad appassionarsi al blues seguendo le orme del fratello maggiore Jimmie, a sua volta già affermato musicista, e impara a suonare la chitarra e a comporre musica completamente da autodidatta.

Tra il 1971 e il 1981 suona con diversi gruppi rock/blues texani entrando e uscendo con rapidità da diverse formazioni e creandone a sua volta fino a diventare leader dei Double Trouble da lui fondati che diventeranno il gruppo che lo porterà al successo definitivo.

Il debutto discografico avviene nel 1983 con l'acclamato album " Texas Flood " che ottiene immediatamente ampi consensi di pubblico, vendite e critica e tale successo viene bissato l'anno seguente con l'album  " Couldn't Stand the Weather " che contiene tra tanti ottimi pezzi una fantastica versione della celebre " Voodoo Child " di Jimi Hendrix,  una interpretazione che da sola vale l'acquisto del disco.


Couldn't Stand....

Usciranno in seguito altri ottimi album, concerti in rapida sequenza e apparizioni televisive in programmi musicali e in speciali su MTV ma dietro a tanto successo e notorietà incombe l'abuso di alcool e droga che lo porteranno anche a un ricovero urgente durante un tour in Germania nel 1986, a un perido di disintossicazione in Georgia e alla lontananza dalla scena musicale per alcuni mesi.

Dopo questo terribile periodo durante il quale arriverà anche il divorzio dalla moglie, arrivano altre ottime incisioni, acclamati concerti e collaborazioni importanti con grandissimi nomi come Bob Dylan e Joe Cocker , ma arriva anche la terribile notte del 27 agosto 1990, e la sua breve ma intensa carriera viene brutalmente stroncata proprio nel momento in cui tutto sembrava cominciare a girare per il verso giusto.


Dopo la sua morte verranno pubblicati numerosi Greatest Hits, incisioni live e un album di inediti,  " The Sky is Crying " che contiene un'altra meravigliosa versione di un classico di Jimi Hendrix ovvero " Little Wings " , anche in questo caso una versione che lascia davvero senza fiato.

Da molti è stato considerato il vero erede di Hendrix per attitudine e stile musicale, e del quale lui stesso non ha mai nascosto l' ammirazione e fonte di ispirazione , ma la cosa che sicuramente balza all'orecchio è il suo sound caratteristico e inconfondibile, un suono e una tecnica davvero unici con un uso molto particolare delle corde e relativa accordatura, tanto che i modelli delle sua  Fender Stratocaster " Lenny " e " Number One "  sono diventati presto strumenti di culto tra gli appassionati.

Stratocaster Stevie Ray Vaughan Signature

Il mondo del blues ha perso davvero troppo presto un protagonista assoluto e incredibilmente talentuoso.

E ora , spazio alla musica con tanta, tanta nostalgia....