24 novembre 2009

Wes Jeans : Forest of the Pine ( CD 2006 ) Grandissimo Texas Blues !




Una scoperta davvero fantastica questo Wes Jeans, un autentico fuoriclasse del Texas blues più sanguigno e ruvido di questi ultimi anni e praticamente sconosciuto alle nostre latitudini.

Classe 1981 inizia giovanissimo a suonare la chitarra seguendo le orme del  suo mito per eccellenza, Jimi Hendrix,  e nel 1996 partecipa a un concorso musicale ad Austin ( Texas )  intitolato proprio a Hendrix e giunge secondo tra oltre 1500 partecipanti.

In seguito a numerosi concerti e partecipazioni a festival e rassegne musicali, viene presto notato da impresari e case discografiche indipendenti e nel 2000 pubblica il suo primo album " Hands on " che entra in velocemente in classifica nelle Blues Charts del Texas.



Partecipa a numerosi tour, festival e collabora con artisti importanti come BB King, Buddy Guy, Billy Gibbons, Lynyrd Skynyrd, Joe Bonamassa solo per citarne alcuni, e nel 2006 esce l'album " Forest of the Pine " di cui vedete la copertina a inizio post e che ho recuperato quasi per caso come spesso succede quando si fanno i migliori acquisti.


Un album che ottiene immediati consensi da pubblico e critica musicale, travolgente e dal sound torrenziale, con pezzi rock/blues selvaggi come i due brani che aprono l'album, Forest of the Pine e Move on,  alternati a ballate blues che ricordano in qualche modo il sound di Stevie Ray Vaughan come Comin Home e Jumpin at Shadows, ma poi si torna a furiose cavalcate blues sporche e polverose con Somebody, Let me know e Boomerang song dove il sound si arricchisce di straordinarie atmosfere funky.

Nell'ottobre 2009 esce un bellissimo Live che ci presenta una fantastica serata registrata nel gennaio dello stesso anno a Linden, al Music City Texas Theater, con una performance davvero strepitosa in compagnia della sua piccola band.



Dotato di un talento chitarristico straordinario e eccellenti doti di vocalist è un artista davvero da seguire con attenzione per gli appassionati del rock/blues più ruvido e selvaggio.

http://www.wesjeans.com/

Vi lascio con Going back to Dallas, pezzo contenuto proprio nell'album che vi ho segnalato.
Alzate il volume e ascoltate fino alla fine !