23 maggio 2010

Lions in the Street ( CD 2009 ) Eccellente debutto a tutto Rock and Roll !


Il Rock and Roll...se non ci fosse bisognerebbe inventarlo, parafrasando una celebre pubblicità, e mai come in questo caso il termine Rock and Roll appare più indicato e pertinente ponendosi all'ascolto dell'album omonimo di debutto dei canadesi di Vancouver Lions in the Street, album uscito nel novembre 2009 e che ho ricevuto autografato proprio pochi giorni fa dopo un veloce e piacevole scambio di mail con la band e in particolare col chitarrista e vocalist Chris Kinnon.

La band è formata da Sean Casey ( acoustic and slide guitar ), Enzo Figliuzzi ( basso ), Jeff Kinnon ( drums e vocals ), Chris Kinnon ( lead guitar e vocals ) e possiamo tranquillamente definirli uno strepitoso mix tra Rolling Stones e Black Crowes, e penso che una volta ascoltato l'album, che vi consiglio assolutamente, sarete d'accordo con me.


Un album dannatamente divertente e trascinante dove il Rock and Roll più classico di chiara matrice anni'60 si unisce al blues elettrico e selvaggio degli anni' 70, dove le chitarre a tratti ruvide e distorte abbinate alla chitarra slide duettano con stupendi assoli e riff in perfetta sintonia, e una tastiera in puro stile honky tonk e l'armonica creano suggestive atmosfere bluesy, come se ci trovassimo davanti a una autentica southern band.


Fin dal pezzo di apertura, Moving Along,  con un riff sporco e distorto ma incredibilmente affascinante ci troviamo avvolti da un sound polveroso e magnetico, ma è con la successiva Let Gold Pour Down che emergono le evidenti e nobilissime influenze degli Stones e dei Crowes, con un ritmo cadenzato e tipico delle illustri band citate, ma in tutto l'album si susseguono pezzi veloci e suggestive ballate tra rock/blues sporco ed elettrizzante e un country rock trascinante e coinvolgente con in primo piano la voce di Chris Kinnon che non esito a definire un suggestivo mix tra Mick Jagger e Ian Atsbury...ascoltate ad esempio Waiting on a Woman impreziosita anche da un veloce ma azzeccato assolo di sax, poi ditemi se non ho ragione.

Un album davvero trascinante e divertente per chi ama il puro Rock 'n Roll fatto con grande passione e disincanto, senza particolari invenzioni ma che è davvero un album che va dritto al cuore di ama il rock nella sua forma più spontanea e genuina.
Forse l'unica critica che mi sento di fare è che in certi frangenti tendono ad assomigliare un pò troppo agli Stones, ma se sapranno trovare uno stile leggermente più personale sono certo che raccoglieranno grandi consensi e soddisfazioni.

 

Chiudo con un ringraziamento particolare alla band per la gentilezza e la cortesia, thank you so much guys !  

Sul sito della band che trovate cliccando qui sotto potete ascoltare diversi brani per farvi un'idea del sound della band, e potete anche acquistare o scaricare l'album a un prezzo davvero alla portata di tutti.
http://www.lionsinthestreet.com/fr_home.cfm