1 luglio 2013

Allman Brothers Band e Southern Rock, un binomio nella Storia della Musica.


Con questo post voglio proporvi la mia personale traduzione e adattamento di un interessante articolo pubblicato sul sito Gibson.com , dove si racconta la nascita della Allman Brothers Band e del movimento Southern Rock tra aneddoti e interviste ai diretti protagonisti, artisti entrati nella leggenda della Musica.

Spero possiate gradire, Buona lettura !

Gregg Allman in una vecchia intervista sottolineò che la frase southern rock conteneva una ridondanza, un errore di fondo visto che dopo tutto il rock and roll è nato proprio nel Sud degli Stati Uniti. 
"Si può anche dire semplicemente rock, fece osservare Gregg. "
Vero, forse, ma non si può negare che a cavallo degli anni '70 emerse un nuovo tipo di rock and roll, contraddistinto da una miscela fumante di blues, jazz, country e R&B, spesso eseguito e arrangiato per mezzo di improvvisazioni estese e travolgenti. 
Indiscutibilmente, il primo gruppo a portare tutti questi elementi insieme e infonderli con le tradizioni musicali e culturali del sud degli States, fu proprio la Allman Brothers Band.
Ironia della sorte, non fosse stato per la tragica morte della leggenda del soul Otis Redding, nel 1967, il progetto Allman probabilmente non sarebbe mai venuto alla luce, almeno nella forma in cui noi lo conosciamo.
Sulla scia della morte di Redding, il manager Phil Walden rivolse la propria attenzione dal R&B  verso il rock and roll, pur contraddistinto dalle atmosfere musicali e culturali sudiste.
Con un anticipo di 70.000 dollari dalla Atlantic Records, Walden prese le redini della controllata  Capricorn Records e si mise alla ricerca di nuovi talenti.
Uno dei primi musicisti a catturare la sua attenzione fu Duane Allman, all'epoca un chitarrista poco conosciuto che lavorava come session man ai Muscle Shoals Studios. 
Dopo aver sentito il lavoro alla chitarra di Duane Allman sulla versione di Wilson Pickett di "Hey Jude", Walden decide che è il musicista giusto su cui costruire un nuovo progetto musicale e gli fa firmare un contratto.
"Duane fece alcune prime registrazioni che comunque non diedero luogo alla formazione della Allman Brothers Band" , ricorda Walden nel 1998. "Più tardi abbiamo usato alcuni di queste prove e registrazioni sull' album di Duane Anthology."
Le cose andarono avanti e il progetto musicale progrediva, ma mancava ancora un cantante. Gregg Allman viveva e lavorava sulla West Coast e si aggregò al resto della band solo diverse settimane dopo.
Col suo arrivo la band acquisì ulteriori spunti creativi e uno straordinario affiatamento musicale, ma i set, spesso della durata di 40 minuti e oltre, erano ancora interamente strumentali.
"All'epoca, tra critica e i primi appassionati che si avvicinavano alla band e a questo nuovo sound, le parti vocali sembrarono solo un riempitivo all'interno delle complesse ed elaborate costruzioni musicali. Pensai che tutto questo era spettacolare. "



Con la lineup formata da Duane e Gregg Allman, Dickey Betts, Berry Oakley, Butch Trucks e Jaimoe Johanson, la Allman Brothers Band fece le sue prime esibizioni live nel nord della Florida e in South Georgia. Il loro primo concerto oltre i confini del sud si svolse a Boston, dove aprirono per i Velvet Underground. " La stampa musicale del nord era sconcertata non solo dalla diabolica miscela musicale proposta, ma anche per il loro guardaroba squallido.
"La maggior parte della stampa non ha capito quello che la band stava cercando di fare musicalmente parlando. La critica musicale a quel tempo, seguiva e apprezzava le nuove band inglesi come The Who e altre novità simili. 
I commenti che ho sentito quella sera erano cose come, " Sai, dovresti vestire un pò quei ragazzi. Ricordo che Duane fece una delle sue classiche oservazioni: 'Se si vuole andare a una sfilata di moda, vi consiglio di andare al quartiere della moda. Ma se si desidera ascoltare musica rock and roll, non ci si dovrebbe preoccupare per quello che stiamo indossando."
Come dargli torto.
Secondo Walden, il primo album omonimo della Allman Brothers Band ha venduto solo 33.000 copie, facendo moderatamente meglio col secondo Idlewild South
Eppure, il fitto susseguirsi di tour e spettacoli spesso gratuiti della band permise di acquisire un numero sempre crescente di fan e appassionati, oltre a un interesse crescente anche tra la critica specializzata.
Nel giro di un anno gli Allman Brothers diventarono uno dei più emozionanti spettacoli musicali dal vivo in campo rock. Prova tangibile della loro potenza sul palco è del 1971, quando pubblicarono il loro doppio album dal vivo, At Fillmore East, una strepitosa selezione di quattro straordinari spettacoli presso il famoso locale di New York City, un album che ha forgiato il modello e pietra di paragone ( forse inarrivabile ) per quello che il cosiddetto southern rock sarebbe diventato.
"Io credo che nessuno avrebbe potuto prevedere l'entità del successo di quel disco," ha detto Walden, "ma eravamo assolutamente convinti del risultato di quelle incredibili serate. Volevamo a tutti i costi far uscire un album doppio e discutemmo a lungo con Jerry Wexler della  Atlantic Records."
"Wexler voleva che noi pubblicassimo solo un album singolo affermando che non potevamo permetterci il rischio di un doppio live per una band ancora in via di sviluppo. "
Ma non solo, una volta convinto Wexler su questa rischiosa ( a suo tempo ) scelta, Walden affondò il colpo pretendendo di vendere al pubblico questo doppio al prezzo di un album singolo spuntandola anche questa volta.
" In un modo convincente, abbiamo cercato di suggerire che la Allman Brothers Band era una band della gente," spiega. "Volevamo che l'album avesse un prezzo che tutti potevano permettersi di affrontare."
Alla fine, Live At Fillmore East diventò non solo " un album per la gente ", ma diventò anche la pietra di paragone per operazioni simili ( Rockin 'the Fillmore di Humble Pie ne è un esempio lampante ) e cosa piu importante diede il via in proporzioni epiche al cosiddetto movimento  Southern Rock.
In breve tempo, il roster della Capricorn Records crebbe fino a includere artisti di fama come la Marshall Tucker Band, Wet Willie e Elvin Bishop.
Etichette rivali cavalcarono la nuova ondata di talenti e misero sotto contratto numerose band del nuovo southern sound.
Band come ZZ Top, Charlie Daniels Band e Lynyrd Skynyrd salirono alla ribalta proprio durante questa era di grande rinnovamento e creatività.


In una intervista del 2009 Gregg Allman riflette su quel periodo e sulle prime esperienze musicali non solo dalla Allman Brothers Band ma dell'intero movimento dell'epoca.
"Non era una questione di essere migliori di altre band", ha detto, "anche se una band poteva essere apprezzata piu di altre.
Lynyrd Skynyrd forse avevano più seguito o talento rispetto a noi. Non lo so. Non c'era molto cameratismo, perché eravamo sempre in viaggio. Non era facile incontrarsi e frequentarsi, tranne forse ai festival o in quei rari casi in cui abbiamo suonato concerti insieme. Eravamo comunque  tutti un bel gruppo di persone e musicisti ".
Per Walden, un non-musicista che ha comunque finito per diventare un architetto primario del movimento southern rock, tutto potrebbe essere ricondotto a At Fillmore East. "Penso che A Fillmore East rimanga uno dei migliori album live mai realizzati, nella sua concezione e nella sua esecuzione," ha detto. "E 'uno dei fondamenti non solo del southern rock, ma della musica moderna."


E, aggiungo io, non fosse stato per le geniali intuizioni e intraprendenza di questo produttore probabilmente noi appassionati non avremmo potuto godere di capolavori simili.
Torniamo quindi per l'ennesima volta ad ascoltare questo live capolavoro e ringraziare il Cielo per questa musica e musicisti meravigliosi.